Parapendio Lago d'Idro

Regolamento Idroland

Download Regolamento (.pdf - 319kb)

Regolare il comportamento di utilizzo delle strutture gestite dalla asd Trentino Adventures, monitorare le presenze nelle superfici per le attività di decollo e atterraggio di Volo da Diporto o Sportivo (di seguito VDS) nelle specialità di Deltaplano, Parapendio che si svolgono nel territorio di Bondone.

Il sito

Il sito interessato è localizzato nella zona a Nord del Lago d’Idro che fa base in località Idroland nel comune di Bondone. L'applicazione del regolamento è limitata alle superfici:

Area di decollo "Casali" in località Casali

Area di decollo “Alpo” in località Fienili di Alpo

Area di decollo "Calva" in Località Calva, sopravvento all’atterraggio

Area di atterraggio “Idroland” in via Prati, loc. ex silos comune di Bondone

Tutte le caratteristiche delle suddette superfici sono specificate nell’Allegato n.2 “Elenco Superfici di Volo” dove viene descritta la modalità di accesso e di parcheggio in quanto non tutte le aree di decollo sono raggiungibili con mezzi privati ma necessitano di accesso con bus navetta.

La normativa in vigore in materia di VDS, unitamente alle prescrizioni dell’ENAC ed alla normativa specifica da quest’ultimo emanata nota come “Regolamento Regole dell’Aria”, disciplina in modo esclusivo i comportamenti e le attrezzature per il volo, inteso quest’ultimo dal momento della preparazione dell’attrezzatura a terra sino al momento della completa messa in sicurezza dopo la sosta terra. La Trentino Adventures, non avendo alcuna autorità al riguardo, si riserva tuttavia di inibire l’utilizzo delle suddette aree a coloro che non dovessero rispettare la normativa in materia di VDS.

Regolamentazione normativa sul Volo di apparecchi VSD/VL

Il Volo da Diporto o Sportivo è regolamentato dalla normativa vigente in materia e in particolare è disciplinato dalla Legge n. 106 del 25.03.1985, dal DPR n.133 del 09.07.2010, dal DM n. 287 del 22.11.2010 e dal Regolamento Tecnico Operativo stilato dall'AeCI e approvato dal Ministero per le Infrastrutture e Trasporti con Decreto prot. M. 247 del 15.07.2015 unitamente alle prescrizioni dell’ENAC ed alla normativa specifica da quest’ultimo emanata nota come “Regolamento Regole dell’Aria”. Detta normativa, ed eventuale ulteriore altra emanata dalle competenti Autorità, disciplina in modo esclusivo i comportamenti e le attrezzature per il volo, inteso quest’ultimo dal momento della preparazione dell’attrezzatura a terra sino al momento della completa messa in curezza dopo la sosta a terra.

Tutti coloro che usufruisco delle aree gestite dalla Trentino Adventures sono tenuti al rispetto di tale normativa.

L'attività di utilizzo delle aree di volo nella zona di interesse è altresì regolata dal Vademecum allegato n.1 al presente documento.

La Trentino Adventures, non avendo alcun potere di controllo in merito all’attività di volo, non ha alcuna autorità nella regolamentazione del traffico e delle operazioni di volo, limitando necessariamente la propria operatività alle attività organizzate nelle aree dallo stesso gestite, previo coordinamento eventuale con ENAC, per quanto di competenza di tale Ente, laddove ritenuto opportuno o necessario. La Trentino Adventures si riserva ogni diritto di inibire l’utilizzo delle aree da esso gestite qualora dovesse risultare il mancato rispetto della normativa in vigore.

Comportamento del Pilota

Il pilota è tenuto al rispetto della normativa vigente (l. 106/1985 e DRP 133/2010) e del Vademecum allegato, ad una condotta di volo sicura per sé e per gli altri ed in particolare al rispetto delle norme di precedenza, delle linee di involo e dei circuiti di atterraggio.

È obbligatorio indossare il casco protettivo ed è altamente consigliato avere a bordo un paracadute di soccorso opportunamente dimensionato e installato, ancorché esso non sia previsto come obbligatorio dalla normativa vigente.

La Trentino Adventures si riserva di inibire l’utilizzo delle aree da esso gestite, non solo nel caso di mancato rispetto delle normative in vigore, ma anche in caso di comportamento ineducato, incivile, irrispettoso della civile convivenza, discriminatorio di razza o genere, e comunque di comportamento contrario allo spirito sportivo e di collaborazione per la migliore utilizzazione delle aree a favore di tutti i partecipanti alle attività di volo.

Ogni pilota, prima di iniziare l’attività di volo, è tenuto a visionare la bacheca ufficiale al fine di

prendere nota degli avvisi in essa contenuti.

Nell'eventualità di atterraggio in proprietà private, con danni alle stesse, il pilota è obbligato a

segnalare comunque il caso alla Trentino Adventures e, se richiesto, a fornire i propri dati, anche assicurativi, al proprietario del fondo.

In caso di incidente a terzi è comunque tenuto a prestare soccorso e, se in volo, ad abbandonare la

zona per un raggio di almeno 1 km per poter permettere l'intervento in sicurezza dei mezzi di soccorso necessari. In ogni caso, valgono le regole, esposte nella bacheca, che sintetizzano il comportamento secondo quanto coordinato con il soccorso ed elisoccorso del 118.

Il pilota deve evitare qualsiasi manovra o azione che implichi l’eventuale caduta in acqua senza aver prima organizzato l’assistenza del gommone di soccorso.

I piloti stranieri devono essere in possesso della tessera FAI rilasciata dal paese di provenienza.

FRUITORI DELLE STRUTTURE

Possono usufruire delle strutture gestite ai sensi del presente regolamento tutti i piloti che siano in

possesso dei requisiti previsti dalla normativa vigente per praticare l’attività VDS e dell’autorizzazione rilasciata dalla Trentino Adventures denominata “FlyCard”. Per converso, non è permesso l’involo a piloti i quali non siano in regola con la normativa vigente ed i quali non abbiamo con sé il proprio valido attestato di volo o la propria licenza di volo ed un certificato assicurativo valido, avente i requisiti di cui agli articoli 20 e 21 del DPR 133 del 2010.

L'attestazione di registrazione e i documenti di volo devono essere tenuti a disposizione per eventuali verifiche da parte dei soggetti preposti.

Gruppi organizzati e scuole che intendano usufruire delle aree gestite della Trentino Adventures devono previamente registrare la loro presenza, ottenendo la Flycard, nei tempi e modi previsti dal Vademecum e sue successive modifiche.

L'uso delle strutture deve essere fatto nel rispetto dell'ambiente e delle persone; possono pertanto essere interdetti all’uso delle aree ed eventualmente segnalati all’Autorità Competente coloro che svolgano attività che possano pregiudicare la sicurezza del volo, coloro i quali lasciano rifiuti al di fuori delle aree o dei dispositivi di raccolta, coloro che campeggiano nelle aree dedicate al volo o che svolgano ulteriori attività che non siano attinenti e compatibili con l'attività di volo.

E’ quindi  FATTO DIVIETO  di :

  • Fumare e l’utilizzo di fiamme libere sui decolli
  • Campeggiare , prendere il sole e qualsiasi altro tipo di attività ludico sportiva nelle aree adibite al decollo e atterraggio .
  • L’atterraggio nelle zone limitrofe all’atterraggio ufficiale “Idroland” salvo avere l’autorizzazione del proprietario nel caso fosse terreno privato.
  • Sorvolare la zona sovrastante il biotopo a quote inferiori ai 500m.
  • Intrattenersi sulla pista di atterraggio senza portarsi il prima possibile nella zona riservata al ripiegamento (vedi allegato area atterraggio).

Web Cam e Stazioni Meteo

In atterraggio e in decollo sono site una web cam e due stazioni meteo che possono essere consultate gratuitamente sul sito web www.trentinoadventures.it

Gommone

Il costo del gommone di soccorso con addetto a bordo è di 200 euro al giorno più il reso pieno del carburante.

Gruppi accompagnati e scuole di Volo

I gruppi accompagnati, che intendano utilizzare le aree devono preavvisare il loro arrivo alla Trentino Adventures secondo quanto previsto dal Vademecum e rispettarne i dispositivi in materia di operatività durante tutta la loro permanenza.

L’associazione può limitarne o inibirne l'afflusso quando ritiene che l’eccessivo numero delle stesse possa pregiudicare l’utilizzo delle aree.

Il gestore si riserva la facoltà di autorizzare le scuole di volo che desiderano svolgere attività didattica all’interno delle aree gestite dalla Trentino Adventures  a proprio insindacabile giudizio, l’autorizzazione è concessa tramite mail (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) alla quale si dovrà inviare lista dei nominativi degli allievi con i seguenti dati: nome e cognome, numero licenza e n° certificato assicurazione 

L’utilizzo delle aree da parte di allievi è subordinato alla presenza sul sito del responsabile della scuola convenzionata e sotto la sua diretta responsabilità.

Volo Biposto

Il pilota che intende svolgere attività di biposto deve comunicarlo alla Trentino Adventures esibendo la documentazione prescritta.

L'attività di volo biposto è subordinata al rispetto della normativa vigente, al possesso delle abilitazioni e assicurazioni previste nonché di attrezzatura adeguata.

Il pilota biposto che svolge l'attività con fini sportivi/didattici/Turistici in modo continuativo è tenuto a versare al gestore un contributo annuale di euro 400/anno

Competizioni/Gare

Le aree gestite dalla Trentino Adventures possono essere utilizzate, previo avviso e ad insindacabile giudizio della Trentino Adventures, quale base logistica per le competizioni o per le gare, anche amatoriali e ludiche, organizzate dalle locali ASD sportive, purché le stesse rispettino i regolamenti, anche in materia di sicurezza, delle rispettive organizzazioni e si svolgano nel rispetto delle regole dell’aria e di tutte le normative vigenti in tema di VDS. La Trentino Adventures avrà facoltà di riservare, in determinate giornate od orari, l’utilizzo esclusivo di una o più aree, per lo svolgimento di gare o competizioni.

Incidenti

È interesse dei gestori che i piloti coinvolti in incidenti e che abbiano subito ferite o traumi,

debbano essere assistiti e soccorsi nei tempi più brevi possibile, è altresì interesse comune che, nel

caso non vi siano feriti non si debbano chiamare inutilmente i soccorsi. Per questo i piloti sono tenuti al rispetto di quanto stabilito nel presente regolamento e nel Vademecum.

Sanzioni

Le eventuali infrazioni saranno segnalate al fine dell’applicazione di quanto previsto dalle normative vigenti.

Norma finale

Per quanto non previsto dal presente regolamento si fa riferimento alle vigenti disposizioni di legge in materia di VDS e ai principi generali del diritto.

Validità Regolamento

Il presente regolamento è vincolante con validità annuale e automaticamente rinnovato salvo la revisione dello stesso che può avvenire per opera del consiglio direttivo della asd Trentino Adventures.